• Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Wix Google+ page

Sulla carne del maiale

I metodi adottati per l'alimentazione e l'allevamento degli animali, al fine di ottenere carni sempre più eccellenti e saporite sono stati da sempre fonte di dibattito e polemica nel corso della storia. Raccontarli nelle loro particolarità ed estremismi potrebbe costituire un filone di ricerca interessante e quanto mai attuale all'interno del vasto panorama della nostra tradizione alimentare.

"Dopo averle tenute digiune per tre giorni, (le femmine del maiale) tenendole sospese per le zampe anteriori, si recide loro la vulva: questa operazione le fa ingrassare più in fretta. Si impiega un procedimento speciale per il loro fegato, analogo a quello delle oche inventato da Marco Apicio: esse vengono ingrassate con fichi secchi e fatte morire, dando loro da bere, all'improvviso, del vino mielato, quando sono ben pasciute. Da nessun altro animale si trae maggior materia per soddisfare la nostra golosità: la carne di maiale ha quasi cinquanta sapori diversi, invece quella degli altri animali ha un solo sapore."

Plinio il Vecchio, Storie naturali. Libri VIII - XI. 77 A.D

Pélikè attique à figures rouges. Deux hommes, l'un portant des paniers, un cochon et un porcelet. Dessin. 1804. Bibliothèque nationale de France, département Estampes et photographie, FOL-GB-46.

Home

#cucinamediterranea #modernità #deipnos #deipnosofistai #deipnosofisti #libro #paolocazzaro #PlinioilVecchio #Roma #cucinaantica