Aberrations  è un progetto di Burned Blackpot aka Paolo Cazzaro  Testi e disegni sono  coperti da copyright.

  • Wix Facebook page
  • Wix Twitter page
  • Wix Google+ page

Aperitivi e portate: frammenti dal Deipnosofistai

Friday, June 12, 2015

Menu

"Era consuetudine  nei banchetti presentare al convitato , dopo che si fosse sdraiato sul divano, una tavoletta contenente un elenco dei cibi preparati, perché egli sapesse quali pietanze gli avrebbe servito il cuoco."

Ateneo, Deipnosofistai. [49 c], p. 144, Libro II, Tomo I

 

Bolliti

"Dopo questi discorsi furono portati in giro dei piatti contenenti molte varietà di carni bollite, piedi, teste, orecchi, mascelle, e inoltre budelli, intestini e lingue, come è consuetudine trovare ad Alessandria nei cosiddetti hephthopólia"

Ateneo, Deipnosofistai. [94  b], p. 254, Libro III, Tomo I

 

Hephthopólia

Nel mondo antico erano botteghe in cui si vendevano (poleîn) cibi cotti (hephthá) probabilmente qulcosa di simile alle moderne tavole calde.

Ateneo, Deipnosofistai. Nota 3. [94  b], p. 254, Libro III, Tomo I

 

Anguilla 

“Uno dei nostri commensali, un epicureo di quelli del ventesimo giorno, quando ci fu servita l’anguilla, esclamo:-Ecco l’Elena dei banchetti; ed io, allora sarò il suo Paride-. E prima ancora che qualcuno arrivasse a tendere le mani per prenderne un pò  si avventò sul pesce, ne spolpò i fianchi, riducendolo a una lisca.”

Ateneo, Deipnosofistai. [298 e], p. 714, Libro VII, Tomo II

 

Home

Please reload