Aberrations  è un progetto di Burned Blackpot aka Paolo Cazzaro  Testi e disegni sono  coperti da copyright.

Architetto, provvisto di dottorato in Urbanistica a Venezia.
Professore al Politecnico di Milano con licenza di stupire per otto troppo lunghi anni. 
Designer senza fissa dimora. 
Cuoco strappato alle tavole a china. Tra cui:
chef de partie, La locanda di Piero*, Montecchio Precalcino (VI) chef Renato Rizzardi; commis de partie, La Peca**, Lonigo (VI) chef Nicola Portinari; garde manger, La Tana *, Asiago (VI) chef Alessandro Dal Degan, con il quale ha vinto alcuni concorsi di food design.
Da un anno, presenza assidua e vagamente inquietante della biblioteca cittadina, dove indisturbato e indisturbabile sonda il detto e non detto di antichi ricettari e documenti di gastronomia.
Qualsiasi percorso intraprenda, l’approccio di Paolo Cazzaro, rimane quello da studioso anomalo. Prima è sempre la pratica: lunga, priva di scorciatoie, coltivata a livello maniacale e slegata da un qualsiasi fine a breve termine, è il presupposto irrinunciabile di ogni forma di sapere.
Poi lo studio, la ricerca, la biblioteca dove la tecnica e i saperi pratici trovano complemento nella storia e si sublimano nella conoscenza universale. Una tale attitudine verso la conoscenza tuttavia lo porta spesso a scontrarsi a torto o a ragione con una prosaica contemporaneità i cui protagonisti gli si rivelano più spesso nani che giganti.
L’alias Burned Blackpot, nasce per l'incredibile abilità che l’autore ha dimostrato nel bruciare i fondi di cottura.
 
Alberto Coretti

Contatti

Portrait by  Ko Sliggers